Da domani i like li metti a casa tua

Licenziata. Una donna della provincia di Brescia è stata gentilmente cacciata via dal suo posto di lavoro (era segretaria part time in uno studio medico) perchè si collegava frequentemente a Facebook. La Cassazione ha infatti reso definitivo il licenziamento disciplinare, confermando la decisione della Corte d’appello che aveva ritenuto la gravità del comportamento in “contrasto con l’etica comune”, tanto da incrinare il rapporto di fiducia.

Lascia un commento

Your email address will not be published.